IL MIO APPROCCIO

L’approccio Sistemico-Relazionale pone l’individuo come parte di un sistema per cui ogni sintomo rilevato deve essere inserito in un contesto (familiare, sociale e culturale) dentro cui il soggetto avrà modo di trovare risorse utili ed efficaci per affrontare e risolvere complesse fasi del ciclo di vita. In tal senso, la Psicoterapia della Famiglia si sviluppa soprattutto a partire dai fattori di protezione intra ed extra-familiari, andando così a sviluppare e mantenere le risorse presenti all’interno di ogni sistema familiare.
Mi piace pensare alla famiglia, infatti, non come un luogo in cui emergono difficoltà e problematiche, per cui da colpevolizzare, ma come un importante contesto in cui, nelle varie fasi del ciclo vitale, si riescono a trovare soluzioni a situazioni complesse grazie proprio alle numerose risorse presenti nel sistema familiare, in cui ogni componente è chiamato a svolgere un ruolo e una funzione essenziale e necessaria per formare e modificare l’intero sistema, seguendo e rispettando le diverse fasi del ciclo vitale familiare.
In questo, l’approccio Sistemico-Relazionale è particolarmente attento non solo alle famiglie, ma anche al contesto sociale entro cui la famiglia è inserita, perciò, particolare importanza riveste anche il ruolo che il terapeuta svolge all’interno della stessa terapia: non elemento esterno alla famiglia, ma parte integrante del sistema terapeutico.
Seguendo questo tipo di approccio, mi occupo di terapia e sostegno individuale, di coppia e familiare.